2A Srl Pulitura Metalli
Posted by IN / 0 responses

Quando la lucidatura è arte

28 giugno 2018

Lo avrete visto su riviste, libri e di sicuro anche in televisione. Questa opera, dell’artista indiano Anish Kapoor, si chiama Cloud Gate (porta delle nuvole) a i cittadini di Chicago (città in cui si trova l’opera) l’hanno rinominato affettuosamente “The Bean” (il fagiolo). Si trova al centro della AT&T Plaza nel Millennium Park a Chicago ed è una scultura ispirata al mercurio liquido pesa 100 tonnellate ed è formata da 168 lastre di acciaio inossidabile saldate insieme in modo che la sua lucidissima superficie non mostri saldature visibili. E’ stata costruita tra il 2004 e li 2006, misura venti metri di lunghezza, tredici di larghezza e dieci d’altezza. La superficie della scultura riflette e deforma lo skyline della città. I visitatori possono passeggiare sia intorno alla scultura che sotto il suo arco di 3,7 metri, sotto cui si trova lo “omphalos” (in greco “ombelico”), una camera concava che curva e moltiplica i riflessi. La scultura è popolare tra i turisti per l’opportunità di fare foto uniche grazie ai suoi particolari riflessi. Dopo aver scelto il design di Kapoor, vennero a galla numerose preoccupazioni tecnologiche circa la difficoltà di costruzione e di assemblaggio, senza contare quelle riguardanti il mantenimento. Furono quindi consultati diversi esperti, alcuni dei quali credevano che la scultura non potesse essere assolutamente costruita. Alla fine, un metodo fattibile venne trovato, ma la costruzione della scultura subì un grande ritardo. La scultura venne poi svelata ancora incompleta nel 2004, durante i festeggiamenti per l’apertura del Millennium Park, prima di essere nuovamente nascosta per il completamento. Quando i I pannelli che compongono l’esterno furono lucidati e ricoperti con una pellicola protettiva prima di essere spediti a Chicago via camion. Una volta a Chicago, i pannelli vennero saldati insieme direttamente sul luogo con 744 metri lineari di saldature. CI volle una squadra di 24 persone per levigare le saldature, poiché ogni singola saldatura ha subito un processo di cinque fasi, necessario per produrre l’effetto specchio della scultura. La parte bassa del Cloud Gate è pulita a mano due volte al giorno, mentre l’intera scultura viene pulita due volte all’anno con 150 litri di detergente. Oltre alle pulizie programmate, i lavori cancellano gli eventuali atti di vandalismo.